La Juventus è la squadra da battere

di Lucia D Antuono Commenta

La sfida di ieri sera tra Napoli e Juventus ha confermato ancor di più come la squadra di Torino sia quella da battere quest'anno. La Juvnetus di COnte non è mai doma e riesce sempre ad uscire imbattuta da qualsiasi match.

Il campionato italiano si è realmente acceso con alcune super sfide che stanno rendendo ancor più affascinante il nostro calcio. La partita di ieri sera tra Napoli e Juventus ha regalato mille emozioni e una grande certezza: la Juventus quest’anno è la squadra da battere.

I bianconeri anche quando sembrano dati per spacciati incredibilmente trovano la giusta forza per ribaltare qualsiasi tipo di risultato. Sul 3 a 1 per il Napoli in pochi credevano ad una rimonta bianconera che in realtà è avvenuta senza nemmeno grandi sforzi.

Un 3 a 3 spettacolare che ha fatto divertire tutti gli appassionati di calcio e che indubbiamente ha garantito una maggiore forza e convinzione proprio negli uomini di Antonio Conte. Questa Juventus è difficile da battere, al momento nessuna squadra è riuscita a metterla ko, il Napoli è stato molto vicino nel fare l’impresa, ma questo non è accaduto. Non si è visto probabilmente il Napoli travolgente che ha steso il Manchester City in Champions League, gli uomini di Mazzarri sono sembrati molto stanchi nel finale e hanno pagato caro questo stato di forma.

Sicuramente la Juventus è avvantaggiata dalla mancanza delle coppe europee, Conte ha una settimana intera per preparare le varie sfide della Serie A e questo indubbiamente è un punto a loro favore, questo è anche il motivo freschezza di questi calciatori bianconeri che in campo corrono il doppio degli avversari. La Juventus resta quindi la squadra da battere, ma probabilmente la Vecchia Signora può tranquillamente cucirsi sul petto il tanto sognato scudetto. Se i bianconeri non perdono neanche partite del genere, è chiaro che non c’è n’è per nessuno. Probabilmente solo il Milan potrà darle un pò di fastidio e con un Carlos Tevez in più qualche speranza ce l’avrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>