Cos’è il Movimento dei Forconi

di Gianni Puglisi Commenta

In questi giorni si è parlato tanto del Movimento dei Forconi, la forte protesta dei sindacati degli agricoltori e degli autotrasportatori in Sicilia contro i politici e i vari aumenti del carburante.

Settimana a dir poco movimentata in Sicilia a causa del Movimento dei Forconi. Si tratta di una protesta accesa da parte dei sindacati degli agricoltori e degli autotrasportatori che hanno praticamente bloccato per alcuni giorni molti caselli autostradali della Sicilia, ferrovie, porti, una volontà di dire basta a ciò che sta capitando all’Italia.

Indubbiamente gli agricoltori sono quelli che hanno patito di più l’aumento del carburante e delle assicurazioni, una crisi che ha causato anche gravi perdite di lavoro. Che cos’è quindi questo Movimento dei Forconi? E’ l’unione di quella classe di lavoratori che hanno deciso di protestare contro il Governo Monti e liberalizzazioni varie.

E’ un moto di orgoglio di quegli operai, agricoltori, uomini che sono costretti ad una vita di stenti per questa crisi che, secondo molti, i politici hanno solo peggiorato, affossando ancor di più chi nella vita non ha mai posseduto grande ricchezza. Il Movimento dei Forconi potrebbe a questo punto ripiegare anche in altre zone dell’Italia, la Sicilia ha solo dato il là a questo segno di protesta, che però in alcuni casi è sfociato anche in un atteggiamento di violenza.

C’è chi vede dietro il Movimento dei Forconi la mano dell’estrema destra, ma sembrano essere queste situazioni isolate. Anche gli ambientalisti si sono uniti a questo Movimento, c’è chi ha urlato alla rivoluzione, sarebbe probabilmente un disastro ancor peggiore per la nostra Italia. Nel frattempo ci sarà lo sciopero dei treni del 21 gennaio 2012, al momento è meglio protestare attraverso questo modo pacifico, piuttosto che fare una vera rivoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>