Fiore Sardo

di Stefania Russo Commenta

Il Fiore Sardo, come si capisce già dal nome, è un formaggio ottenuto esclusivamente con latte di pecore autoctone della provincia..

Il Fiore Sardo è un formaggio ottenuto esclusivamente con latte di pecore autoctone della provincia di Nuoro, Sassari e Cagliari, un formaggio che rappresenta un vero e proprio vanto della Sardegna, oltre che del Made in Italy, e che nel nel 1996 ha ottenuto il marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta).

Ma il marchio DOP non è l’unico riconoscimento ottenuto da questo eccellente formaggio che è riuscito ad aggiudicarsi anche il Presidio di Slow Food, un riconoscimento che che si propone di recuperare e salvaguardare di piccole produzioni gastronomiche tipiche.


In molti casi il formaggio viene prodotto dagli stessi allevatori di pecore che danno vita a questo prodotto secondo i metodi tradizionali che prevedono l’utilizzo di solo latte di pecora e caglio di agnello o capretto. Una volta ottenuto il formaggio questo viene trasferito in stampi che consentono il modellamento della forma.


La fase successiva è denominata “scottatura“, una fase nella quale le forme vengono immerse in acqua calda per pochi istanti al fine di crearne la crosta. Dopodichè avviene la salamoia e, successivamente, la stagionatura che può durare fino a sei mesi, periodo in cui le forme vengono periodicamente girate e pulite.

Le forme di Fiore Sardo hanno una forma cilindrica con al centro il tipico scalzo bombato detto “a schiena di mulo”, sono alte dai 12 ai 15 cm e hanno un diametro dai 12 ai 20 cm, mentre il peso varia da 1,5 a 4 kg.

Il formaggio presenta una pasta dura e compatta di colore giallo paglierino o bianco mentre il sapore si presenta più o meno piccante a seconda della stagionatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>