Michelle Hunziker confessa la gravidanza

di Gianni Puglisi Commenta

Finalmente Michelle Hunziker è uscita allo scoperto confessando la sua gravidanza.

 

E’ da mesi che circolava sulle varie riviste di gossip la solita domanda: Michelle Hunziker incinta? Ora finalmente la bella showgirl svizzera è uscita allo scoperto confermando la sua gravidanza.

In realtà sin da subito era stato ipotizzato tale stato interessante, visto come all’improvviso la Hunziker avesse interrotto il suo tour teatrale e anche da alcuni atteggiamenti tipici da donna incinta, con quella mano che più volte si è posata sul pancino.

Dopo settimane di ipotesi varie finalmente Michelle Hunziker confessa la gravidanza, ma la showgirl svizzera, che si appresta ad iniziare una nuova stagione televisiva con Paperissima al fianco di Gerry Scotti, ha semplicemente temporeggiato per annunciare al mondo intero di aspettare un bambino a causa di alcuni problemi di salute. Michelle Hunziker infatti ha evidenziato come all’inizio la gravidanza fosse realmetne a rischio, poi per fortuna la situazione si è stabilizzata un bel po’ ed ora può godersi la serenità e la gioia che fanno parte di tutte le donne incinte.

Michelle Hunziker vuole un figlio da Tomaso Trussardi, questa era la notizia che campava sulle varie riviste di gossip qualche mesetto fa, la showgirl svizzera ora può dirsi più che contenta per aver realizzato il suo desiderio, una voglia di maternità che ha sempre fatto parte della sua vita, ma che però non ha mai potuto soddisfare a causa di rapporti amorosi piuttosto altalenati. Con Tomaso Trussardi però tutto è sempre stato diverso sin dall’inizio, finalmente Michelle Hunziker si è ritrovata a fare i conti con il vero amore e a questo punto non possiamo fare altro che augurarle il meglio per questa nuova avventura personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>