Facebook pagamento per i messaggi ai vip

di Gianni Puglisi Commenta

Sarà d'ora in poi possibile comunicare in modo più semplice con i vip su Facebook grazie a dei messaggi a pagamento.

 

Ogni giorno escono delle novità più che interessanti che riguardano il mondo Facebook. Mark Zuckerberg ha intenzione di rendere questo social network sempre più interessante e soprattutto vuole monetizzare ancor di più grazie ai milioni di utenti iscritti.

Mentre arriva lo smartphone Facebook, ora sarà possibile inviare messaggi a pagamento per i vip. Sono molti i personaggi famosi che amano comunicare con i propri fan proprio grazie a Facebook. Ecco allora che, per evitare i continui spam o messaggi più che intimidatori dei vari stalker, si è pensato ad un pagamento per i messaggi vip.

Chi ha intenzione di comunicare con qualche star del mondo dello spettacolo, dello sport, della letteratura e così via, può farlo pagando una determinata cifra. In questo modo i vip sono maggiormente tutelati, ma in realtà il furbo Zuckerberg ha pensato di poter guadagnare ancora di più grazie a questo stratagemma interessante. Da cosa è determinato il prezzo di un messaggio vip su Facebook? In poche parole non c’ è un costo fisso, tutto dipende dalla popolarità del destinatario. Per quantificarla Facebook utilizza un algoritmo che si basa su alcuni parametri come fama, numero di amici, giudizi e così via.

Si può in questo modo arrivare a sborsare anche più di 100 dollari per poter inviare un messaggio al proprio vip preferito, non si tratta quindi di cifre piuttosto basse. Bisogna vedere se gli utenti Facebook siano disposti a pagare per poter parlare con questi personaggi famosi. E’ una lotta sempre più serrata tra i vari social network, sfida nella quale entra di diritto anche Google un miliardo di dollari per Whatsapp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>