Fabrizio Corona detenuto modello

di Gianni Puglisi Commenta

Fabrizio Corona, in questi primi giorni di carcere, ha già dimostrato di essere un detenuto modello.

 

La notizia di Fabrizio Corona latitante ha fatto non poco scalpore nelle ultime settimane. L’ex re dei paparazzi ha provato l’unica via d’uscita per cercare di evitare il carcere, ma è andata male.

Come tutti sapete Fabrizio Corona si è costituito e non ha pianto, dopo qualche giorno di latitanza ha deciso di presentarsi nella questura della città portoghese dove si era nascosto nei giorni successivi alla sua condanna. Si trova ora nel carcere di Busto Arsizio dove già si parla di Fabrizio Corona detenuto modello.

Le sue recenti dichiarazioni, prima di entrare in carcere, sono state al veleno, soprattutto nei riguardi della giustizia italiana che non è sempre impeccabile. Sono in molti coloro che appoggiano la tesi di Corona, una condanna ritenuta più che esagerata, nonostante insomma l’ex re dei paparazzi non si sia comportato da santo. L’appoggio della gente comune e dei suoi amici più cari è sempre vivo e forte, tant’è che sono numerose le persone che affollano l’esterno del carcere per sostenere l’ex re dei paparazzi. Fabrizio Corona detenuto modello, questa è la notiza che arriva dall’interno del carcere, non c’è a quanto pare più quell’aria arrogante e spavalda che ha sempre contraddistinto l’uomo.

Ora Fabrizio Corona è tranquillo e sereno, addirittura domenica si è recato a messa, una buona condotta che potrebbe garantire all’uomo anche qualche impegno maggiore all’interno del carcere, come sorta di pasticciere nella loro cioccolateria. Chiaramente Corona è consapevole che un atteggiamento aggressivo potrebbe ancor di più compromettere la sua condanna e quindi ha preferito per il momento mettersi l’anima in pace e affidarsi ai migliori avvocati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>