Si stacca un pezzo di intonaco dal Colosseo

di Marina Pellegrino Commenta

In base ai primi accertamenti, la parte sbriciolata (circa mezzo metro quadrato di spessore) risalirebbe ad un punto della galleria dell'ambulacro centrale del primo piano..

colosseo

Il Colosseo sembra risentire della sua lunga esistenza. Sono stati ritrovati, infatti, vicino alla stata equestre – dal lato di Colle Oppio, dove vi sono le sezioni dedicate ad ospitare le mostre – dei preziosi pezzi di malta di calce ovvero, parte dell’intonaco, della struttura originale del Monumento simbolo di Roma (fatto costruire da Vespasiano per celebrare la grandezza dell’Impero, inaugurato poi dal figlio Tito nell’80 d.C.).

In base ai primi accertamenti, la parte sbriciolata (circa mezzo metro quadrato di spessore) risalirebbe ad un punto della galleria dell’ambulacro centrale del primo piano che, crollando, ne ha rotto le reti di protezione che, comunque, hanno ammortizzato l’effetto della caduta.



Il Sottosegretario ai Beni culturali, Francesco Giro, ha dichiarato che la situazione è sotto controllo e che, proprio per tale ragione, non è stato necessario chiudere l’accesso ai visitatori che anche oggi affollano l’Anfiteatro Flavio, è stata soltanto transennata l’area interessata dal crollo ma le visite turistiche sono proseguite regolarmente. Giro ha rassicurato anche che, per quanto riguarda le operazioni di restauro da 23 milioni di euro, entro 15 giorni si costituirà una cordata di imprenditori pronti a finanziarlo.

Le cause del cedimento, stando a quanto riferito dal Ministero dei Beni Culturali, sarebbero riconducibili a variazioni termoigrometriche.
Ricordiamo che circa un mese fa si era staccato anche il soffitto della Domus Aurea, circa 60 metri quadrati. Gli archeologi accusano la Soprintendenza archeologica della capitale sulla mancanza di manutenzione preventiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>