Piangere fa bene al cuore

di Gianni Puglisi Commenta

E' stato scoperto come piangere faccia bene al cuore, bisogna insomma imparare a lasciarsi andare senza trattenere le proprie emozioni.

 

Il cuore è l’organo più importante del corpo umano, ma spesso esso è soggetto a dei veri propri attacchi che derivano da uno stile di vita alquanto frenetico, ma soprattutto malsano. A tal proposito è sempre stato detto come per poter mantenere un cuore in salute sia necessario seguire un’alimentazione sana e soprattutto praticare attività fisica.

Le malattie cardiovascolari sono all’ordine del giorno nella nostra epoca e il problema però non è solo riconducibile ad uno stile di vita prettamente errato, insomma vi sono anche fattori psico-emotivi che ne compromettono la salute. Lo stress ad esempio è il primo nemico del cuore, ma ancor più grave è trattenere le proprie emozioni, senza mai lasciarsi andare.

Che si tratti di emozioni brutte o belle piangere fa bene al cuore. E’ importante potersi sciogliere completamente allo sfogo per poter garantire al cuore una salute migliore. Il continuo mostrarsi rigido, senza lasciar trasparire alcun tipo di emozione, provoca inevitabilmente dei problemi al sistema cardiovascolare. Insomma è importante seguire un’alimentazione sana, come la dieta dei cinque pasti o praticare costantemente attività fisica, ma trattenere le proprie emozioni, soprattutto quelle negative, rischia di compromettere seriamente la salute del cuore e non basta quindi condurre esclusivamente una vita sana dal punto di vista alimentare.

Il cuore è alquanto vulnerabile, si fa carico praticamente di tutti i problemi psico-fisici ed è per questo che la mente, le sensazioni, le varie emozioni svolgono un ruolo di primo piano per quest’organo. Attenzione anche agli integratori alimentari pericolosi per il cuore, non si scherza quando c’è in ballo la salute dell’organo più importante del nostro corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>