Aumento sterilità e malattie apparato riproduttivo

di Gianni Puglisi Commenta

In Italia c'è un preoccupante aumento della sterilità e delle malattie all'apparato riproduttivo.

 

In Italia c’è un preoccupante aumento della sterilità e delle malattie all’apparato riproduttivo dovuto principalmente alla cattiva informazione e al non utilizzo delle giuste precauzioni durante i rapporti sessuali. Non bisogna parlare esclusivamente del contraccettivo più sicuro, quello che preoccupa è proprio l’incapacità dei giovani di riuscire a rendersi conto di come ormai il loro stile di vita stia mettendo non poco a repentaglio la salute del loro apparato riproduttivo.

La sterilità in Italia è salita ben al 15%, sempre più coppie italiane non riescono ad avere figli. Ecco che allora è nato il progetto Accademia della fertilità che avrà luogo a Roma fino al 17 settembre.

Un’iniziativa importante per informare i giovani sul caso della sterilità e sulle malattie all’apparato riproduttivo. Sono ben 350 milioni i casi di malattie sessuali all’anno e quasi la metà vede come protagonisti ragazzi di età inferiore ai 25 anni. Tali malattie poi provocano anche la sterilità, questo è un dato che giustifica in qualche modo anche l’improvviso calo di nascite nel nostro Paese negli ultimi anni. Chiaro che di base ci sia anche un problema economico, diventa sempre più difficile costruirsi una famiglia, soprattutto per i giovani.

In aumento però la sterilità e le malattie all’apparato riproduttivo e tra le cause ci sono sicuramente i disturbi alimentari legati ad esempio all’obesità, all’anoressia, ma anche all’uso frequente di alcol, di fumo, di droghe. Un’altra causa della sterilità è data anche dall’utilizzo di pillole, doping, per potenziare i propri muscoli e qui sono molti i palestrati che ne fanno uso. Per cercare quindi di combattere questo crescente fenomeno è importante avere uno stile di vita più sano e soprattutto proteggersi dalle malattie sessualmente trasmettibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>