Anoressia e bulimia in aumento tra i giovani

di Lucia D Antuono Commenta

In Italia stanno aumentando vertiginosamente i casi di anoressia e bulimia.

 

In Italia stanno vertiginosamente aumentando i casi di anoressia e bulimia tra le giovani ragazze. Il 6% della popolazione femminile, tra i 12 e i 25 anni, soffre di disturbi alimentari che mettono a serio rischio la vita di queste giovani donne.

La ricerca costante di un fisico perfetto sta letteralmente distruggendo queste ragazze, troppo fragili mentalmente nel capire che i vari modelli di magrezza non sono assolutamente da considerarsi come la perfezione. Il problema arriva principalmente dal mondo della moda, la presenza in passerella di ragazze magre, istituite come a modello di perfezione fisica, sta condizionato la vita delle giovani ragazze.

In aumento è soprattutto la bulimia che purtroppo negli ultimi anni ha fatto passi da gigante. Non solo però la moda, perché purtroppo anche nel campo della danza vi sono ballerine scheletriche viste come fanciulle graziose e perfette. Qui c’è bisogno della massima supervisione da parte dei genitori, riuscire a capire quando nella mente della ragazza scatta quella voglia di dimagrire per avere un corpo che, secondo loro è perfetto, ma che in realtà provoca solo un grandissimo disturbo alla loro salute.

Non è un caso che questi problemi alimentari provochino anche aumento della sterilità e malattie apparato produttivo, insomma dall’alimentazione arriva il giusto nutrimento per il nostro organismo e se ciò non avviene inevitabilmente sorgono varie patologie che poi difficilmente possono essere risolte. E’ stato quindi lanciato un messaggio d’aiuto da parte del presidente della Società italiana per lo studio dei disturbi del comportamento alimentare, qui il rischio di ritrovarsi con giovani ragazzi anoressiche e bulimiche sta aumentando giorno dopo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>