WhatsApp canone annuale anche per iOS

di Gianni Puglisi Commenta

La app più scaricata del momento, WhatsApp, a breve sarà a pagamento anche per iOS, con un canone annuale come già accaduto per Android.

 

Una delle applicazioni più utilizzate sui vari smartphone è sicuramente WhatsApp. Questa app permette ai vari utenti di poter messaggiare liberamente scambiandosi anche immagini, file audio e video. In quest’ultimo anno WhatsApp ha raggiunto una notorietà impressionante, tutti quelli che possiedono uno smartphone hanno almeno utilizzato una volta tale app.

Da qualche mese però WhatsApp è diventato a pagamento per tutti coloro che utilizzano il sistema operativo Android, in poche parole si può scaricare gratis, ma al termine del primo anno è necessario pagare un canone annuale di circa 0,89, cifra alquanto esigua per quello che tale app propone.

Cambiamenti in vista anche però per il mondo Apple e il sistema iOS, qui WhatsApp è stato fino ad ora pagato solamente al momento dell’acquisto sullo store, ma a breve sarà imposto un canone annuale di WhatsApp anche per iOS. Un modo insomma per monetizzare, ma senza imporre un costo eccessivo ai vari utenti. WhatsApp canone annuale anche per iOS, anche in questo caso il prezzo si aggirerà intorno ad un euro, spesa assolutamente minima e superconveniente. La tecnologia ogni giorno subisce delle trasformazioni, con prodotti sempre più all’avanguardia che hanno il compito di soddisfare le esigenze dei clienti.

Samsung Galaxy S4 le caratteristiche è l’ultimo arrivato nella grande famiglia degli smartphone e già si preannuncia un successo platenario, così come avvenuto in precedenza con l’S3. Apple lancia iWatch, ma dovrebbe pensare molto più in grande se ha intenzione di superare questa volta la concorrenza, non è stato un anno felice per la casa del Cupertino, è tempo di rinnovarsi e creare qualcosa di molto più coinvolgente ed innovativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>