Vittoria primarie a Bersani

di Gianni Puglisi Commenta

Pier Luigi Bersani è riuscito ad acciuffare una netta vittorai alle primarie del centrosinistra, sconfitta importante per Matteo Renzi.

 

I risultati primarie centrosinistra hanno finalmente decretato il nuovo leader del Pd. Vittoria primarie a Pier Luigi Bersani, l’Italia del centrosinistra ha voluto optare per l’esperienza, sferrando una sonora sconfitta al giovane Matteo Renzi. Un Bersani alquanto soddisfatto ed emozionato per il risultato raggiunto, una vittoria schiacciante con un 60, 9% contro il 39,1% di Matteo Renzi.

Il sindaco di Firenze ha accettato con sportività questa sconfitta importante, facendo i complimenti a Bersani per la grande vittoria, appoggiandolo d’ora in poi per il difficile cammino verso la conquista del governo. Proprio Bersani ha parlato ora di sfida più dura, c’è la necessità di riportare il centrosinistra al governo, eliminando però gli errori commessi dal Pd in passato.

La nuova forza di questo partito, stando alle parole di Bersani, è l’unità, nonostante insomma ci siano qualche diversità di pensiero tra i vari partiti, tutti remeranno insieme verso l’unico obiettivo: garantire all’Italia una sana ripresa, ma soprattutto non promettere favole optando per la concretezza assoluta. La vittoria primarie a Bersani ha sicuramente scosso il centrosinistra, i numeri sono stati inaspettati, ma la vera battaglia, stando proprio alle prime parole del leader del Pd inizia proprio ora.

Quello che conta è riuscire a trionfare alle prossime elezioni, sconfiggendo un Pdl che sembra essere un po’ in crisi e ancora non è chiaro chi sarà il loro comandante. Niente primarie per il Pdl, tutto insomma continua ad essere incerto e questo sicuramente non è un punto a favore del partito di centrodestra che si è ritrovato in questi ultimi tempi a soccombere alla popolarità del Pd. La battaglia ancora deve iniziare, ma c’è un forte segnale di svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>