Silvio Berlusconi indagato per corruzione

di Gianni Puglisi Commenta

Nuova accusa di corruzione per Silvio Berlusconi in base all'affaire De Gregorio che è passato al Pdl.

 

I risultati delle elezioni politiche 2013 hanno provocato un caos totale per l’economia e la stessa politica dell’Italia con Piazza Affari giù e Spread su. Questo stato di incertezza e gran confusione è stato causato dalla non maggioranza raggiunta dal Pd di Pierluigi Bersani.

Silvio Berlusconi è riuscito infatti a recuperare tantissimi voti rispetto ai sondaggi elettorali di qualche settimana fa, ritrovandosi praticamente a ridosso del suo antagonista Bersani. Nemmeno il tempo di festeggiare, per così dire, per Silvio Berlusconi che subito si è ritrovato a fare i conti con un nuovo scandalo, indagato per corruzione.

Arriva dalla procura di Napoli la nuova indagine di corruzione per Silvio Berlusconi. In modo specifico si fa riferimento all’erogazione di somme di denaro, più precisamente tre milioni di euro, al senatore Sergio De Gregorio in merito al suo passaggio al Pdl. In poche parole Silvio Berlusconi ha pagato profumatamente De Gregorio per poterlo avere nel suo partito, ecco che il Cavaliere si ritrova a dover fare i conti con l’accusa di corruzione e finanziamento illecito ai partiti.

Nuovi guai quindi per Silvio Berlusconi che ha già fatto i conti con diversi processi in passato. Oltre alla procura di Napoli, c’è anche la direzione distrettuale antimafia che sta lavorando a questo nuovo caso di corruzione che vede coinvolto Silvio Berlusconi. Sono in modo specifico i pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock ad indagare su tale vicenda. Bisogna dire che anche il rimborso IMU la lettera di Silvio Berlusconi in un certo senso si è trattato di un metodo di corruzione per convincere gli italiani a votarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>