Silvio Berlusconi condannato

di Gianni Puglisi Commenta

Silvio Berlusconi è stato nuovamente condannato, ora si teme per la stabilità del governo.

 

Continuano ad esserci problemi per Silvio Berlusconi, coinvolto ormai da anni in vari processi che lo vedono come maggiore imputato. Berlusconi nuovamente condannato in appello, una notizia che riguarda in modo particolare il processo Mediaset dove il Cavaliere è imputato per frode fiscale sui diritti tv.

Quattro anni di carcere, tra cui tre ricoperti dall’indulto, ma soprattutto cinque anni di interdizione dai pubblici uffici, una condanna che Ghedini, avvocato storico di Silvio Berlusconi, si aspettava, tant’è che ha parlato di giudici prevenuti.

Ora però si teme in modo particolare che il governo Letta possa risentirne fortemente di questa nuova condanna, anche se per Berlusconi molto probabilmente ci sarà la classica prescrizione. La carriera politica dell’ex premier non sembra essere realmente a rischio, anche se potrebbe emergere una nuova condanna per il processo Ruby che sta per terminare. Momento non facile per Berlusconi che però è più che convinto di poter risolvere i suoi problemi, ciò che preoccupa è chiaramente la stabilità del governo che si ritrova a fare i conti con delle forze politiche differenti e già più volte è stato detto come si tratti di un equilibrio più che precario.

C’è la necessità di modificare anche la legge della giustizia che molto spesso ha non poco agevolato proprio Silvio Berlusconi. Nel frattempo per cercare di mantenere forte questo equilibrio tra le varie parti politiche del governo, Letta in ritiro con i ministri, una mossa per poter garantire un’unione forte e lavorare insieme verso un obiettivo comune: riportare l’Italia in alto e soprattuto uscire da questa crisi più che distruttiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>