Renzi accordo con Pdl o voto

di Gianni Puglisi Commenta

Matteo Renzi ritorna a parlare della situazione politica dell'Italia, per il sindaco di Firenze o ci si accorda con il Pdl oppure diventa inevitabile votare nuovamente.

 

Ritorna all’attacco Matteo Renzi, il sindaco di Firenze ha detto nuovamente la sua sulla situazione più che imbarazzante in cui si trova il suo partito. Il Pd di Bersani non può al momento governare, mancano i numeri per garantire la classica governabilità e il problema secondo Renzi è soprattutto l’aver voluto elemosinare i consensi del M5S.

Un errore che il sindaco di Firenze ha sottolineato con grande convinzione, secondo Renzi non si può chiedere aiuto ad un partito che non ha fatto altro che disprezzare proprio il Pd.

A tal proposito Renzi sulla paralisi del Paese ha le idee davvero molto chiare, bisogna insomma trovare un accordo con il Pdl, negoziare quindi con il partito che ha accumulato numerosissimi voti nelle ultime elezioni, per poter provare almeno a governare. Se ciò invece non sarà assolutamente possibile, visti i classici contrasti che in questi anni sono avvenuti tra Pd e Pdl, diventa inevitabile secondo Renzi arrivare al voto. Per il sindaco di Firenze si sta insomma perdendo solo tempo, mentre il Paese necessita assolutamente di un governo, di leggi che possano garantire una ripresa economica e sopratutto puntare nuovamente sul lavoro, tema piuttosto caldo per l’Italia.

Nel caso della possibilità di ritrovarsi con delle nuove elezioni, l’ipotesi Matteo Renzi candidato premier non è assolutamente da escludere. Il sindaco di Firenze ha chiarito che chiederà le classiche primarie al Pd, ma è pur evidente che, dopo il fallimento di Bersani, il centro-sinistra debba puntare su un nuovo volto per poter garantire un reale cambiamento. O ci si accorda con il Pdl o il voto resta l’unica strada percorribile, Renzi ha quindi idee più che chiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>