WhatsApp e chat superano gli sms

di Gianni Puglisi Commenta

Sta praticamente scomparendo il classico sms, ormai il mondo della messaggistica è orientato verso le chat e WhatsApp.

 

La notizia di Google un miliardo di dollari per WhatsApp è solo l’inizio di come sta cambiando notevolmente il mondo della messaggistica. Sempre più persone optano per queste applicazioni gratuite, che permettono di inviare messaggi, link, video, immagini e così via, senza spendere nessun soldo.

Ciò che conta è avere una connessione internet, poi il tutto risulterà più semplice e comunicare con gli amici non è mai stato così bello e divertente. Quest’incredibile utilizzo i WhatsApp e chat varie ha però praticamente provocato la fine degli sms, ormai questi messaggi a pagamento forniti dai vari operatori stanno svanendo nel nulla.

I dati forniti dal Financial time sono alquanto significativi, si inviano oltre 40 miliardi di messaggi gratuiti al giorno grazie alle applicazioni internet, praticamente il doppio rispetto ai normalissimi sms. Chiaramente questo cambiamento sostanziale è stato dato dal boom incredibile degli smartphone. E’ grazie a questi piccoli computer portatili, che non fungono quindi solo da semplici cellulari, che si è generata la crescita esponenziale di WhatsApp e le varie applicazioni che permettono di comunicare con tutti assolutamente in modo gratuito.

Vi sono delle alternative a WhatsApp, visto che tale applicazione è diventata ormai a pagamento, ma si tratta di un canone annuale di circa 0.80 cent, quindi cifra assolutamente irrilevante. Nonostante ciò comunque queste applicazioni sono molto più convenienti dei classici sms che ormai a breve si ritroveranno a non esistere più. Un problema per i vari operatori telefonici che puntano da anni sui guadagni derivanti dagli sms. Ora dovranno inevitabilmente adoperarsi per questo cambiamento, provando insomma a rivalutare gli sms, ma la strada è più che difficile da percorrere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>