Maturità 2013 la prima prova

di Gianni Puglisi Commenta

Al via la prima prova della maturità 2013, ecco le varie tracce disponibili per mezzo milione di studenti.

 

E’ iniziata la maturità 2013 per circa mezzo milione di studenti italiani, tutti alle prese con la classica prova d’italiano che è uguale per tutti gli istituti, sia i licei che quelli tecnici.

Per quel che riguarda maturità 2013 le prime indiscrezioni proprio su questo tema d’italiano, uno dei più temuti dagli studenti, non erano assolutamente esatte.

Con stupore da parte di tutti infatti è stata scelta, per quel che riguarda l’analisi del testo, la traccia L’infinito viaggiare di Claudio Magris, un docente di letteratura tedesca che non è sicuramente uno degli autori più studiati in letteratura italiana, non è insomma facile trovare alcune sue opere nei vari testi scolastici. In questa prima prova dell’esame di maturità 2013 è stato però possibile scegliere tra diverse tracce, a seconda poi delle conoscenze e dei gusti dei vari studenti. Per quel che riguarda il tema d’attualità la traccia scelta è stata Stato, mercato e democrazia con brani di Zingales, Pirani e Krugman.

Non poteva mancare il tema del saggio breve, “omicidio politico”, per quel che riguarda questa prima prova della maturità 2013, a tal proposito la traccia scelta è stata Individuo e società di massa. Per quello tecnico spazio invece a La ricerca sul cervello, per il tema generale La rete della vita ed infine quello storico con la traccia Brics e paesi emergenti. Come sempre la prima prova della maturità 2013 lascia molta scelta ai vari studenti che dovranno analizzare però al meglio il tema che decidono alla fine di sviluppare. In questo caso un aiuto può arrivare da internet, anche se è stato vietato introdurre prodotti tecnologici all’interno delle varie classi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>