Gheddafi: “Combatteremo fino all’ultimo uomo”

di isayblog4 Commenta

Gheddafi riappare in tv: “Il futuro della Libia è nelle mani del popolo, combatteremo fino all'ultimo uomo e donna – dichiara -. Ci saranno migliaia di morti se ci sarà un intervento militare degli Usa o della Nato”...

(Ansa)

Gheddafi riappare in tv per il suo terzo discorso ufficiale: “Il futuro della Libia è nelle mani del popolo, combatteremo fino all’ultimo uomo e donna – dichiara -. Ci saranno migliaia di morti se ci sarà un intervento militare degli Usa o della Nato”.

Poi passa all’Italia: “Abbiamo costretto l’Italia a scusarsi per il suo colonialismo, costringendo Roma a pagare i danni. Berlusconi ha detto che non controllo la Libia? Io gli rispondo che la famiglia Gheddafi è la Libia”. Così ha detto il leader libico nel suo discorso ai delegati dell’Assemblea popolare libica, in occasione del 34/esimo anniversario della proclamazione della Jamahiriya (Repubblica delle masse). Intanto l’Ue ha fatto sapere che è stato attivato il meccanismo di protezione civile per gestire i flussi migratori al confine con Tunisia e Egitto.

Intanto la “Lega libica per i diritti umani” annuncia: “Il numero delle vittime in tutto il Paese è di 6.000 – ha detto il portavoce dell’organizzazione, Ali Zerdan, nel corso dell’incontro con la stampa a Parigi – di cui 3.000 a Tripoli, 2.000 a Bengasi e 1.000 in altre città”. Il procuratore della Corte penale internazionale, Luis Moreno-Ocampo, ha deciso l’apertura di un’inchiesta formale sui crimini commessi in Libia dal 15 febbraio scorso.
Serena Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>