Gli aumenti dell’autunno 2012

di Lucia D Antuono Commenta

Gli aumenti di questo autunno 2012 faranno spendere agli italiani 450 euro in più rispetto allo scorso anno.

 

Sta per iniziare per tutti gli italiani l’autunno più caro egli ultimi anni. Se c’è stato un calo dei consumi 2012, dovuti prettamente alla crisi, ora gli italiani dovranno fare i conti con un autunno 2012 in cui ci saranno notevoli aumenti in quasi tutti i campi e sarà praticamente inevitabile cambiare totalmente stile di vita rispetto al passato.

Se l’aumento benzina Agosto 2012 ha già fatto capire quale sarà l’andazzo dei prossimi mesi, si aggiungono anche nuove tariffe molto più salate per quel che riguarda le varie tasse. In aumento la spazzatura, la luce, il gas, l’Imu, l’acqua, situazioni insomma dove gli italiani non potranno praticamente risparmiare.

Probabile però che con questo tipo di aumenti si inizierà a sprecare di meno. Molto spesso insomma capita di lasciare la luce accesa in una stanza senza alcun motivo o lasciar scorrere il più del dovuto l’acqua del rubinetto. Dovranno cambiare molte abitudini e tutto dovrà essere molto più limitato, ma inevitabilmente gli italiani si ritroveranno con un autunno 2012 molto più caro rispetto allo scorso anno, si registra una spesa di circa 450 euro in più.

Tutto insomma è in forte aumento, il periodo nero per la nostra Italia non sembra quindi voler passare e ci sarà ancora un bel po’ da soffrire per poter uscire a testa alta da tutta questa situazione. Gli aumenti colpiranno tutti, ne risentiranno anche single lavoratori, coppie d’anziani pensionate e la tipica famiglia italiana con due figli dove lavorano sia la madre che il padre. Per queste tre categorie ci sarà un aumento della spesa del 20% in più rispetto allo scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>