Abbazia di Montecassino

di isayblog4 Commenta

L'Abbazia di Montecassino è un monastero benedettino che si trova a Cassino, città in provincia di Frosinone. Fondato nel 529 da San..

L’Abbazia di Montecassino è un monastero benedettino che si trova a Cassino, città in provincia di Frosinone. Fondato nel 529 da San Benedetto da Norcia nel corso della sua storia ha subito saccheggi, distruzioni e terremoti, tra cui quello del 1349 che distrusse completamente l’Abbazia, nuovamente ricostruita nel 1366.

Durante la seconda guerra mondiale, inoltre, l’Abbazia di Montecassino fu colpita da un violento bombardamento che causò la morte di tantissime persone che si erano rifugiate lì nella speranza di salvarsi dalla guerra.


Durante il medioevo l’Abbazia di Montecassino è stata uno dei principali centri culturali grazie alle sue biblioteche, ai suoi archivi e alle scuole scrittorie e miniaturistiche che si occupavano di trascrivere e conservare tantissime opere antiche. Sono tantissime, infatti, le opere antiche raccolte e tramandate in questa Abbazia, tra queste ricordiamo i primi documenti in lingua volgare e i codici miniati cassinesi.


All’interno dell’Abbazia è possibile ammirare il Chiostro dei Benefattori, costruito nel 1513 su progetto di Antonio da Sangallo e così chiamato perchè è qui che sono collocate le statue di numerosi papi e sovrani; il Chiostro del Bramante, costruito nel 1595 e nella cui parte centrale si trova una cisterna ottagonale fiancheggiata da colonne corinzie; il Chiostro d’ingresso situato esattamente nell’area in cui sorgeva un tempio dedicato ad Apollo e sul quale si decise di costruire questo monastero.

E’ possibile, inoltre, visitare la Basilica dell’Abbazia che è stata progettata dall’architetto e scultore C. Fanzago e in cui si trovano numerosi affreschi e dipinti su tela, tra cui quelli che raffigurano alcuni papi.

All’interno dell’Abbazia si trova anche un museo suddiviso in sale tra cui citiamo, a titolo esemplificativo, la sala cimeli di arte romana, la sala reperti etruschi e romani, la sala dei libri corali, la sala dei vasi ellenici, etruschi e italici e la sala del tesoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>