Rivolta contro la seconda maglia dell’Inter

di Gianni Puglisi Commenta

Rivolta dei tifosi interisti contro la seconda maglia della nuova stagione calcistica.

 

Sono state presentate le maglie ufficiali dell’Inter per la nuova stagione calcistica, ma qualcosa non sembra esser stato di gradimento per molti tifosi nerazzurri. Sotto accusa è finita la seconda maglia dell’Inter che quest’anno sarà completamente rossa. Un vero e proprio sacrilegio per molti tifosi che hanno scritto apertamente una lettera a Massimo Moratti per protestare contro questa seconda maglia.

Questo rosso fuoco non sembra per niente gradito, i tifosi nerazzurri hanno sempre amato i colori nerazzurri ed erano stati abituati a vedere sulla seconda maglia il colore bianco con strisce nerazzurre. La visione di questo rosso ha anche fatto scattare una facile ironia, sul web insomma i vari tifosi nerazzurri si sono scatenati contro questa seconda maglia, non risparmiando battute al vetriolo.

Che il tifoso interista sia per eccellenza molto esigente, su questo non ci piove, ma chiaro che una rivolta per un colore di una maglia sembri a dir poco esagerata. C’è probabilmente il terrore che questa maglia possa essere solo portatrice di sfortuna, l’ultimo anno dell’Inter è stato molto negativo e ora i tifosi temono che possa ripetersi lo stesso disastro. Un mercato in sottotono, con la vendita di molti senatori, sta sicuramente rivoluzionando l’intera squadra che solo due anni fa era sul tetto del mondo.

Con questa maglia rossa probabilmente la società Inter ha voluto mandare un messaggio di totale cambiamento, molto sta mutando ed è l’unica soluzione possibile per ritornare a vincere subito. La rivolta contro la seconda maglia dell’Inter probabilmente è solo segno di frustrazione, i tifosi interisti non vogliono diventare di nuovo la squadra perdente che per anni è stata presa in giro da tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>