Inter si pensa a Simeone

di Gianni Puglisi Commenta

L'Inter sta sempre più pensando a Simeone, Moratti potrebbe far terminare la stagione a Stramaccioni, ma poi tutto cambierà.

 

Si era parlato di Stramaccioni come Mourinho, ma da qualche tempo in casa Inter tutto è cambiato. Massimo Moratti ha sempre dato massima fiducia al suo giovane allenatore, tant’è che non ha voluto cacciarlo via nei periodi più bui, ma qualcosa potrebbe cambiare.

L’inter pensa a Simeone, Moratti non ha mai negato la sua ammirazione nei riguardi dell’ex calciatore nerazzurro, un allenatore che ha saputo farsi le ossa in giro per il mondo, regalando anche calcio spettacolo. La pesante sconfitta subita a Firenze dall’Inter, un 4-1 sonoro che non è stato gradito dai tifosi nerazzurri, è stato il risultato di qualche errore piuttosto grave di Stramaccioni.

Lo stesso allenatore nerazzurro ha confessato i suoi errori, anche se l’alibi dell’Europa League non è del tutto convincente. Sicuramente l’Inter non ha più una rosa competitiva come in passato, ma ciò che preoccupa maggiormente è l’incapacità di reagire di questa squadra. Mai, nelle varie sconfitte in campionato, l’Inter ha dimostrato di poter in qualche modo rendere la sconfitta meno amara, provando a combattere. Mancanza di carattere e di personalità che sono da attribuire in special modo a Stramaccioni, incapace di dare la scossa giusta.

L’Inter pensa a Simeone, i risultati delle ultime trasferte, sette sconfitte e un pareggio, sono assolutamente da squadra in procinto di retrocessione e questo è assolutamente inaccettabile. Domenica prossima ci sarà il derby, contro un Milan che ha recuperato ben 15 punti sui cugini e che ora si trova addirittura davanti. Può essere la settimana decisiva di Stramaccioni, anche se Moratti non sembra intenzionato a voler cambiare allenatore in corsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>