Il nuoto italiano affonda

di Gianni Puglisi Commenta

Il nuoto italiano sta sempre più affondando, Federica Pellegrini non è più la campionessa di un tempo.

 

Queste Olimpiadi 2012 sembrano essere una vera maledizione per il nuoto italiano. Tutte le speranze erano riposte in Federica Pellegrini e nel gruppo capeggiato da Filippo Magnini, ma a quanto pare gli anni si fanno non poco sentire e ormai l’Italia del nuovo deve già trovare nuovi talenti che garantiscano un primato in questo campo.

Non è durata molto l’èra di Federica Pellegrini, la giovane nuotatrice italiana sembrava potesse essere in vetta al mondo per ancora altri anni, ma queste Olimpiadi di Londra 2012 hanno evidenziato una difficoltà enorme per il nuoto italiano.

Per Federica Pellegrini stop di un anno? La nuotatrice aveva espresso tale pensiero subito dopo la delusione dei 400 metri, poi ha corretto un po’ il tiro spiegando come nel prossimo anno voglia vivere in modo più tranquillo, con qualche gara in meno. Sono orami passati gli anni del nuoto italiano d’oro, quello capeggiato da Massimiliano Rosolino, da Domenico Fioravanti e dallo stesso Filippo Magnini, un gruppo insomma che sembrava davvero imbattibile ed ora c’è la necessità di trovare altri giovani talenti che possano riportare di nuovo in auge il nuoto italiano.

Per Federica Pellegrini e Filippo Magnini il problema è da ricondurre esclusivamente ad uno stato di forma non ottimale, ma chiaro che per le Olimpiadi un atlteta si prepari proprio per stare sempre al top. Un discorso quindi che fa non poco ancor più arrabbiare gli italiani che invece vedono nella storia d’amore tra i due nuotatori la principale causa di questa debacle azzurra. Il nuoto italiano sta affondando sempre più, c’è la necessità di trovare il nuovo condottiero che possa trainare la squadra verso nuovi successi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>