Un milione di euro a Nicole Minetti per dimettersi

di Gianni Puglisi Commenta

Silvio Berlusconi propone a Nicole Minetti un milione di euro per dimettersi.

 

Il ritorno di Silvio Berlusconi in politica ha smosso non poco il nostro Paese. L’ex premier sta lavorando per realizzare una nuova squadra in grado di riprendersi il governo e il primo scoglio da superare è Nicole Minetti. La consigliera regionale è stata subito messa da parte da Silvio Berlusconi, lui che proprio pochi anni fa le aveva garantito un posto di riguardo nel mondo della politica.

Ora però Nicole Minetti non può più far parte della squadra di Berlusconi, troppi gli scandali in cui è coinvolta ed è necessario rifare il look al suo nuovo partito, conquistandosi di nuovo la fiducia del popolo attraverso una sorta di conversione.

Un Silvio Berlusconi tutto casa e chiesa, totalmente diverso e lontano dagli scandali, ma ovviamente il suo passato ritornerà molto presto a galla, visto come il processo Ruby potrebbe risolversi in maniera negativa nei suoi riguardi. Nel frattempo però c’è stato l’incontro con Nicole Minetti, l’è stato proposto un milione di euro per dimettersi e lasciare così il mondo della politica. In realtà è stata la stessa consigliera regionale che ha preteso tale cifra, una sorta di buonuscita.

Non solo però un milione di euro a Nicole Minetti per convincerla a dimettersi, anche a quanto pare un contratto vitalizio con Mediaset. Si parla quindi di un ritorno di Forza Italia senza la Minetti e la Santanché, anche se a quanto pare il nuovo partito prenderà il nome di Avanti Italia. Tutto al momento non è ben delineato, da risolvere c’è la grana Minetti, ma la trattativa sembra essere arrivata a buon punto e così Silvio Berlusconi può iniziare a preparare la sua nuova squadra per le prossime elezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>