NASCE “FORCHETTE ROTTÈ”: GLI INDIGNADOS DELLA SICILIA

di isayblog4 Commenta

Tutte rimandano ad un «non meglio precisato» appuntamento a Palermo per il prossimo 25 giugno sotto l’etichetta «forchette rotte»...

(dal sito ufficiale)

Prima gli Indignados in Spagna, adesso nasce il movimento giovanile delle «forchette rotte» in Sicilia. Il motivo? La crisi che sta soffocando i giovani, ma anche la voglia di riscattarsi da quasi 19 anni di cattiva amministrazione delle città italiane. Sono migliaia le buste anonime, senza sigle, con dentro una forchetta di plastica rotta e una cartolina con su scritto: «I giovani siciliani si sono rotti. Col nostro futuro non ci mangia più nessuno» che sono state recapitate a politici, amministratori comunali, industriali, rappresentanti degli ordini professionali, sindacalisti, docenti e amministratori universitari siciliani.

Tutte rimandano ad un «non meglio precisato» appuntamento a Palermo per il prossimo 25 giugno 2011sotto l’etichetta «forchette rotte».
In Sicilia – dicono dal movimento come riferisce l’Ansa – succede che i laureati con 110 e lode a 40 anni sono ancora disoccupati e alla Regione, grazie alla legge 104 in salsa siciliana, a 40 anni si è già superpensionati. Diciamo basta. Le «forchette rotte» faranno le «barricate» per abrogare subito le norme che concedono ai dipendenti regionali, agli uomini con soli 25 anni di contributi e alle donne con 20, il diritto di andare in pensione prima a causa del grave stato di salute di un proprio familiare”.
Serena Marotta
(3 giugno 2011)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>