La7 nelle mani di Silvio Berlusconi?

di Gianni Puglisi Commenta

E' stata accelerata la trattativa tra Telecom Italia e Urbano Cairo per la vendita di La7, sotto c'è lo zampino di Silvio Berlusconi.

 

Mentre si attende la possibilità di assistere ad un confronto tv Berlusconi-Bersani, il Cavaliere potrebbe ritrovarsi a breve con una nuova rete televisiva nelle sue mani. La7 di Telecom Italia è ormai in vendita, si era parlato di questa nuova rete come un canale finalmente indipendente, libero e totalmente estraneo alle influenze politiche.

Lo scenario però non sarà più questo e non sono mancate le polemiche nella decisione da parte di Telecom Italia di negoziare esclusivamente con Urbano Cairo. E’ l’unico acquirente preso in considerazione per la vendita di La7, mentre sono state praticamente bocciate le proposte del fondo Clessidra e di Diego Della Valle.

La7 nelle mani di Silvio Berlusconi? E’ questo che molti si chiedono, anche perché è risaputa la grande amicizia tra Urbano Cairo e Silvio Berlusconi, l’attuale presidente del Torino calcio è stato per anni l’allievo modello di Silvio Berlusconi, lavorava con lui in Fininvest. Ecco che quindi si prospetta proprio lo zampino del Cavaliere in questa vendita esclusiva di La7. Telecom Italia nel giro di pochisismo tempo ha deciso di accelerare la trattativa con Urbano Cairo, proprio nella settimana precedente alle elezioni politiche 2013, con Mario Monti e il cialtrone Silvio Berlusconi.

Tutto insomma sembra essere una mossa studiata a tavolino da Silvio Berlusconi per poter continuare ad avere più potere e strumentalizzare praticamente i vari media. Le polemiche non sono mancate, i vari titoloni dei giornali hanno evidenziato come Silvio Berlusconi abbia ora praticamente quattro televisioni e soprattutto come non esista più l’indipendenza della tv dalla politica. La7 nelle mani di Silvio Berlusconi? A quanto pare il destino sarà questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>