Terremoto al Nord Italia

di Gianni Puglisi Commenta

Nuova scossa di terremoto nel Nord Italia, questa volta avvertita anche in altre città e non solo nell'Emilia Romagna.

 

Continuano ad esserci scosse di terremoto nel Nord Italia. Medolla, in provincia di Modena, è il luogo dal quale sono partite le nuove scosse di terremoto avvertite nelle principali città del Nord Italia quest’oggi. Una nuova vittima c’è stata a San Felice, paesino dell’Emilia Romagna, dove un operaio ha perso la vita a causa della caduta di una trave.

La situazione contiuna ad essere molto grave, crollate altre case e chiese che già erano state coplite dal terremoto della scorsa settimana. La terra al Nord Italia continua a tremare incessantemente e la paura cresce ogni giorno di più. La nuova scossa di terremoto al Nord Italia è stata di magnitudo 5.8 ed è stata avvertita subito dopo le nove di questa mattina.

Torino, Milano, Firenze, Bologna, tutte hanno avvertito questa nuova scossa, tant’è che molti edifici sono stati evacuati per precauzione. La situazione più tragica però continua a verificarsi in Emilia Romagna, nei vari paesini di San Felice, Medolla, Mirandola e Cavezzo la paura è incessante con continui crolli che mettono a repentaglio la vita dei cittadini. Visibilmente allarmante è l’appello del sindaco di San Felice che ha dichiarato come le vittime possano essere maggiori. Ci sono infatti altri operai rimasti schiacciati da un capannone e i vigili del fuoco stanno tentando il possibile per trarli in salvo.

Il terremoto continua quindi a sconvolgere il Nord Italia, ormai la terra ogni anno tende a tremare nel nostro Paese e la paura aumenta sempre di più. Gran caos anche nel sistema ferrioviario, dove molte linee sono state sospese, la circolazione dovrebbe riprendere regolarmente a breve, anche se a una velocità ridotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>