Ryanair deve pagare le tasse in Italia

di isayblog4 Commenta

Il testo del Decreto Sviluppo contiene una norma che obbliga la Ryanair a pagare le tasse in Italia. Si tratta del primo comma dell’art. 38 sulle disposizioni finanziarie. Qualcuno la chiama “norma anti-Ryanair” e vuole imporre alla società di pagare allo Stato italiano le tasse e i contributi previdenziali per il personale basato negli aeroporti italiani.

“Un vettore aereo titolare di una licenza di esercizio rilasciata da uno Stato membro dell’Unione europea diverso dall’Italia e’ considerato stabilito sul territorio nazionale quando esercita in modo stabile o continuativo o abituale un’attivita’ di trasporto aereo a partire da una base quale definita al periodo precedente. In deroga all’articolo 3 della legge 27 luglio 2000, n. 212, il presente comma si applica a decorrere dal periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2012”.

Ryanair regola i suoi conti esclusivamente con il Fisco irlandese, dove il prelievo è ampiamente sotto il 20 per cento degli utili e questa procedura vien effettuata anche per le assicurazioni sanitarie e previdenziali dei suoi dipendenti, anche se questi ultimi vivono, lavorano in Italia

La compagnia aerea possiede una decina di basi tra cui Alghero, Bergamo (dove la società ha una base con dieci aerei, e mobilita circa 600 persone, la procura contesta a Ryanair un’evasione di circa 13 milioni di euro), Ciampino, Pisa, Bari, Brindisi, Trapani e Bologna.

Il decreto fissa cosa debba intendersi per “base aerea” specificando che essa si ha in presenza di «locali e infrastrutture dove si esercita in modo stabile e continuativo l’attività di trasporto aereo avvalendosi di lavoratori dipendenti». Ryanair controbatte di non avere un solo dipendente basato in Italia e che il suo personale sarebbe qui solo “di passaggio”.

Se la norma entrasse in vigore cesserebbe quella sorta di «concorrenza sleale» più volte denunciata dalle altre compagnie aeree con automatica preoccupazione delle società aeroportuali dove Ryanair ha in mano il grosso del mercato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>