Piazza Affari in netto recupero

di Veronica Pozzi Commenta

Piazza Affari è riuscita a recuperare terreno grazie anche ai titoli legati al settore energetico e delle infrastrutture che in Libia potrebbero ottenere dei forti benefici in termini di contratti e nuove commesse..

Nonostante l’apertura in territorio negativo, la Borsa Italiana è riuscita a recuperare terreno al punto da riprendere fiato e guadagnare quasi il 2 e mezzo percento. L’inversione di tendenza arriva proprio grazie alle notizie rassicuranti dal fronte libico che vede Gheddafi in procinto di una possibile arresa causata dall’assedio dei ribelli che nelle ultime ore sono riusciti ad avere il controllo dell’aeroporto e a far scappare l’ex numero due del regime.


Piazza Affari è riuscita a recuperare terreno grazie anche ai titoli legati al settore energetico e delle infrastrutture che in Libia potrebbero ottenere dei forti benefici in termini di contratti e nuove commesse.

I titoli a spiccare sono Eni e Ansaldo, ma anche Fiat e l’intero settore bancario. Nel corso della mattinata il titolo Eni è riuscito a salire al punto di ottenere un +5,1% raggiungendo quota 13 euro mentre Ansaldo corre ora sopra il 6,7%. I titoli bancari principali riescono ad ottenere tutti un aumento superiore al 3% mentre il titolo Fiat recupera un po’ di terreno arrivando ad ottenere un +1,9%, risultato decisamente positivo anche se non basta per recuperare l’enormi perdite avute dall’inizio dell’anno.

La Borsa Italiana è in decisa controtendenza rispetto a quello che è avvenuto in Asia dove le borse hanno chiuso in discreto ribasso, l’indice Nikkei della borsa di Tokio ad esempio ha chiuso con una perdita dell’1,04%. Il prezzo dell’oro, come è normale che sia in questi momenti di crisi, ha raggiunto un nuovo massimo arrivando a pesare 1.878 dollari l’oncia che corrisponde a 60,38 dollari al grammo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>