Modifiche al tema del lavoro

di isayblog4 Commenta

Il ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giovannini, ha annunciato un allargamento del numero di esodati da ammettere al beneficio della salvaguardia. Si tratta di circa 20-25mila persone, e dovrebbero rientrare anche i lavoratori cessati dal servizio e un altro gruppo di lavoratori in mobilità ordinaria. Dopo i 65000 esodati contattati dall’Inps, rimangono ancora in attesa altri 10.130 lavoratori, i quali dovranno attendere che il decreto sia esaminato dalle commissioni parlamentari.

Inoltre nei prossimi giorni si discuterà anche dell’uscita anticipata dal lavoro per l’accesso alla pensione, in quanto si  pensa di anticipare l’accesso alla pensione, ma con delle penalità. Si potrebbe andare in pensione a 62 anni ma con un assegno pensionistico ridotto dell’8 per cento, oppure con un prelievo del 2 per cento della quota retributiva del montante pensionistico per ogni anno di uscita  anticipata rispetto ai 62 anni di età con 42 anni di contribuzione. Altra possibilità, un prelievo dell’8/10-12 per cento sull’assegno pensionistico per chi esce prima dal lavoro.

“E’ un tema che discuteremo, adesso siamo concentrati sul lavoro, poi sulle pensioni. Quanto alle risorse, vedremo con il ministro dell’Economia come orientarle”, ha dichiarato Giovannini.

L‘Inps è favorevole alla modifica della legge Fornero, ma conti della previdenza sono sempre più in rosso e  la norma in vigore, assicura entro il 2020 un risparmio di svariati miliardi alle casse pubbliche. L’obiettivo è comunque quello di riportare l’età pensionabile a 62 anni e 35 di contributi, ma cercando di incoraggiare i lavoratori più volenterosi a non abbandonare di punto in bianco il proprio posto, riducendo per esempio il carico orario dei lavoratori in uscita.

Anche il sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta, ha detto che “una maggiore flessibilita’ del sistema pensionistico che renda possibile un’uscita anticipata, ad esempio da 66 anni a 62 anni, con una riduzione della pensione e’ possibile”. 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>