Modello Cud 2013 on line

di Redazione Commenta

Spread the love

Tramite un comunicato stampa, l’Agenzia delle entrate ha pubblicato sul proprio sito internet le bozze relative al modello Cud 2013 e al modello Iva 2013, percepiti nel 2012 da oltre 35 milioni di lavoratori. In questa bozza sono presenti diverse novità.

La presentazione Cud avverrà per via telematica, mentre la certificazione dei redditi di lavoro deve essere consegnata al contribuente, sia esso un pensionato o un dipendente, dai datori di lavoro entro il 28 febbraio del periodo di imposta successivo a quello cui si riferiscono i redditi certificati.

Nella bozza dei modelli Cud 2013 si sono una serie di agevolazioni, come ad esempio l’abbattimento della base imponibile che va a premiare quei lavoratori che possono aiutare lo sviluppo dell’Italia grazie alle esperienze lavorative maturate all’estero. Inoltre verrà applicato un 10 per cento di imposta sulle somme erogate per l’incremento della produttività,

Inoltre per il 2012 è stato deciso il nuovo importo, sceso da 8.000 € a 6.700 €., della quota relativa ai redditi che derivano da lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera.

Inoltre, maggiori possibilità per la destinazione dell’8 per mille e sono state introdotte due nuove istituzioni religiose beneficiarie rappresentate dalla Sacra Arcidiocesi ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa e dalla Chiesa apostolica in Italia. Via libera anche all’agevolazione per i lavoratori di prima occupazione, i quali possono fruire di una maggiore deduzione in relazione ai contributi versati.

L’Agenzia delle entrate ha pubblicato anche il modello Iva 2013, il modello Iva base 2012, quello Iva 26LP 2013, il modello Iva 74-bis 2013 e infine il modello di comunicazione annuale dati Iva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>