Francesco Schettino vuole scrivere un libro

di Gianni Puglisi Commenta

Francesco Schettino vuole scrivere un libro in cui racconterà la sua verità sul naufragio della Costa Concordia.

Capita purtroppo molto spesso nel nostro Paese che da tragedie possano poi nascere dei veri personaggi che diventano di punto in bianco famosissimi. In questi ultimi mesi si è parlato tantissimo dell’incidente capitato alla Costa Concordia, naufragata sulle coste dell’Isola del Giglio.

Il grave incidente ha provocato la morte di 32 passeggeri e a quanto pare l’unico responsabile di questa tragedia resta Franesco Schettino. Il comandante della Costa Concordia è subito diventato una star, ma in senso prettamente negativo. La sua vigliaccheria gli è costata cara, ma Francesco Schettino non demorde e vuole scrivere un libro.

Da questa situazione tragica insomma il comandante della Costa Condordia vuole trarne un certo vantaggio. Un editore americano si è già reso disponibile per pubblicare questo libro in cui Schettino racconterà tutta la sua verità su ciò che è accaudto il giorno del naufragio. Una sorta di memoriale in cui il comandante darà le sue ragioni, convinto insomma che i media italiani lo abbiano dipinto come un mostro, raccontando molte falsità sul suo conto.

Francesco Schettino quindi vuole scrivere un libro anche per chiarire alcune cose che secondo lui sono state totalmente travisate, come ad esempio anche il suo rapporto con alcuni collaboratori. Qui il nome caldo è ovviamente quello della hostess moldava, ricordiamo come sono uscite qualche mesetto fa anche le foto esclusive di Schettino e la moldava su Chi. Proprio il flirt con Domnica Certoman ha suscitato maggior interesse da parte dei media, ma si tratta anche dell’aspetto più frivolo di una tragedia che è costata la vita a 32 persone e sulla quale si continua a speculare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>