Niente donne nel catalogo Ikea

di Gianni Puglisi Commenta

Ikea ha cancellato le donne dal catalogo 2013 distribuito in Arabia Saudita.

 

In questi igorni Ikea sta inviando il nuovo catalogo in tutte le zone del mondo, proprio in vista dell’arrivo del 2013. Nuove offerte e nuovo design per chi ha intenzione di cambiare i mobili di casa propria, ma qualcosa è andato storto. Ikea è praticamente nella bufera per i cataloghi che sono stati distribuiti in Arabia Saudita, qui incredibilmente sono state cancellate tutte le donne.

Non si è trattato assolutamente di un errore di stampa, ma volontariamente Ikea ha cancellato le donne dal catalogo per non urtare la sensibilità dei cittadini sauditi. La cultura conservatrice che vige in Arabia Saudita, sopratttuto per quel che riguarda la figura femminile, ha portato l’azienda svedese ad eliminare le donne dai cataloghi Ikea.

Subito ovviamente è nata una grande polemica proprio in Svezia, da sempre insomma Ikea si mostra come un’azienda che crede in una politica di apertura, ecco perché questo gesto è stato considerato piuttosto estremo e incomprensibile. A poche ore dal fattaccio l’azienda Ikea si è voluta scusare pubblicamente per aver urtato il proprio credo, un errore che non si ripeterà mai più. Il ministro svedese addirittura ha parlato di ritorno al medioevo, una situazione insomma inaccettabile, nel 2013 la figura della donna non può assolutamente essere ancora discriminata.

Ovviamente vari sono stati i dibattiti sul web, tutti contro il gesto estremo messo in atto da Ikea che però ha ammesso l’errore, ribadendo il concetto che non capiterà mai più una situazione del genere. Le scuse insomma sono sembrate più che serie e sicuramente d’ora in poi Ikea sarà molto più attenta quando stamperà i suoi cataloghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>