Isaac arrivato in Louisiana

di Gianni Puglisi Commenta

Isaac è arrivato in Louisiana e a New Orleans si rivive l'incubo dell'uragano Katrina.

 

Negli Stati Uniti riaffora l’incubo dell’uragano Katrina. Abituati a fenomeni atmosferici piuttosto devastanti, gli Stati Uniti si sono preparati al meglio per l’arrivo di Isaac, il nuovo uragano che fa paura la cui direzione sembra essere proprio la stessa dell’uragano Katrina, il terribile nemico che sette anni fa spazzò praticamente via New Orleans.

Questa volta gli americani si sono detti molto più pronti nell’affrontare questo fenomeno metereologico devastante, tant’è che sono state adottate delle norme di sicurezza, con case praticamente barricate per evitare qualsiasi tipo di disastro. Molti però hanno preferito lasciare il paese per rifugiarsi in zone molto più sicure, ma i vari esperti già parlano di Isaac come un uragano molto meno potente di Katrina e quindi più gestibile.

Nel frattempo Isaac è arrivato in Lousiana, nella notte italiana, qui ci sono state raffiche di vento fino a 130 km/h, nella zona già 228 mila abitazioni sono rimaste senza energia elettrica. Forti temporali con raffiche di vento si stanno ora spingendo verso New Orleans, anche se la sua potenza dovrebbe diminuire con il passar del tempo. Il problema è che anche sette anni fa si pensava che Katrina non potesse provocare chissà quale danno e invece ci furono addirittura 1.800 vittime.

L’imprevedibilità quindi degli uragani è sempre dietro l’angolo e questa volta gli Stati Uniti sembrano essere davvero più che pronti nell’affrontare Isaac. Fenomeni del genere sono molto frequenti nelle zone americane, Isaac si prepara a sferrare i suoi colpi, ma per ora tutto sembra essere piuttosto sotto controllo anche se la paura non svanisce mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>