Gates e Buffet invitano altri miliardari a donare

di Paolo Maria Addabbo Commenta

il progetto si ispira ai milioni di americani che hanno contribuito a rendere il mondo un posto felice. Circa quaranta i nomi “a nove zeri” che hanno già aderito

“Il pegno a dare” (Giving Pledge) è un’iniziativa lanciata on-line da Bill Gates e da Warren Buffet . L’invito è rivolto ai circa quattrocento miliardari degli States: dare in beneficenza almeno la metà del patrimonio a fondazioni filantropiche. Sono circa 600 i miliardi di dollari raccolti fin ora.



Sul sito “givingpledge.org”, si spiega che il progetto si ispira ai milioni di americani che hanno contribuito a rendere il mondo un posto felice. Circa quaranta i nomi “a nove zeri” che hanno già aderito, tra cui: l’ideatore di “Guerre Stellari” George Lucas, il sindaco di New York Michael Bloomberg, l’imprenditore della catena di hotel “Hilton” Barron (nonno di Paris), il rivale in affari di Gates amministratore delegato di “Oracle”, Larry Ellison, il banchiere Daniel Rockefeller, ecc.

Non tutti però credono che ci sia solo un interesse umanitario dietro questa operazione. Infatti, secondo il giornale on-line di economia “Tich Tecker”, Warren Buffett riuscirebbe a scampare una valanga di tasse, soprattutto se Obama facesse partire un nuovo sistema di tassazione. Buffet ha dichiarato che donerà molto più della metà dei suoi averi: il 99 per cento.

Il patrimonio del numero uno del colosso finanziario Berkshire Hathaway si aggira sui 60 miliardi di dollari. La fondazione a cui dovrebbe andare questa fortuna dovrebbe essere proprio quella del fondatore di Microsoft e della consorte Melinda.

Gates e Buffet sono al secondo e al terzo posto nella classifica degli uomini più abbienti al mondo (secondo Forbes).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>