Allarme agricoltura nel mondo

di Gianni Puglisi Commenta

La Fao è seriamente preoccupata per la produzione agricola che sta calando vertiginosamente negli ultimi anni e la colpa è da attribuire ai cambiamenti climatici.

 

Un allarme alquanto preoccupante arriva dalla Fao che mette in guarda tutte le popolazioni mondiali sull’argomento agricoltura e i beni primari. Stando alle ultime statistiche sembra proprio che le varie riserve alimentari stiano per sparire.

La causa è prettamente climatica, con questi continui sbalzi di temperature, tra sole e siccità e pioggia a volontà, a risentirne principalmente è ovviamente l‘agricoltura, con la produzione mondiale che sta calando vertiginosamente. Il problema principale è che la produzione dei beni primari, quelli quindi che provengono direttamente dalla terra, sta calando, mentre la popolazione mondiale sta crescendo.

Ecco che quindi se continuerà in questo modo sarà difficilissimo riuscire a sfamare tutti. La questione della fame nel mondo potrebbe di questo passo diventare alquanto irrisolvibile. La preoccupazione della Fao è davvero tanta, ad esempio il calo della produzione di farina in Inghilterra è del ben 20% rispetto all’anno precedente, una situazione assolutamente allarmante. Tutto ovviamente è riconducibile al clima, il caldo record colpa del Global Warming, ma questa situazione si è avvertita principalmente in Italia.

Qui è stata la siccità di quest’estate a provocare un calo incredibile dei vari prodotti agricoli, mentre per quel che riguarda le zone del nord Europa il problema principale è stato dato dalle piogge incessanti. Non c’è più quindi una via di mezzo o si arriva alla siccità oppure alle forti piogge che distruggono tutto il raccolto. Allarme agricoltura nel mondo e non è sicuramente un concetto da sottovalutare, il clima sempre più instabile rischia non solo di rovinare la nostra terra, ma sopratutto di uccidere praticamente gli essere umani che rischiano seriamente la fame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>