Bonus librerie, come inoltrare la domanda 

di Fabiana Commenta

Ultime ore a disposizione per poter inoltrare la richiesta del bonus librerie: la domanda di accesso al credito d’imposta librerie.

 

Si tratta del bonus fiscale che consente di avviare una libreria o ricevere aiuti concreti per i titolari di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri, devono essere presentate necessariamente entro e non oltre le ore 12:00 di lunedì 30 settembre attraverso la consueta procedura online.

Bonus librerie, che cos’è

Il bonus librerie è un bonus fiscale che offre la possibilità di poter avviare una libreria oppure di ricevere aiuti e agevolazioni per titolari di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri. 

Si tratta di un credito d’imposta che è stato introdotto dalla legge di bilancio 2018 (articolo 1, commi da 319 a 321, legge 205/2017) e che è variabile: può arrivare a 20mila euro per gli esercenti di librerie che non fanno parte di gruppi editoriali e a 10mila euro per gli altri titolari. 

La sua variabilità dipende da una serie di voci di spesa diverse parametrato a una serie di voci di spesa e di imposte locali come Imu, Tasi, Tari, imposta sulla pubblicità, tassa per l’occupazione di suolo pubblico, ma anche spese per mutuo, spese per locazione, contributi previdenziali e assistenziali per il personale dipendente. 

Bonus librerie, i requisiti per la richiesta 

Per per inoltrare la domanda è necessario rispettare una serie di requisiti: in particolare i ricavi dell’esercizio precedente derivati dalla vendita di libri devono essere pari ad almeno il 70% di quelli complessivamente dichiarati. 

Se in possesso dei requisiti richiesti, la domanda potrà essere inoltrata entro le ore 12 di lunedì 30 settembre tramite la consueta procedura online sul portale che il Ministero dei Beni Culturali. 

Come presentare la domanda

Per inoltrare la domanda è necessario effettuare la registrazione al portale (tramite il portale taxcredit.librari.beniculturali.it) e poi inoltrare la domanda vera e propria che dovrà essere firmata digitalmente. Il ministero dispone di 30 giorni di tempo per poter rispondere inviando una comunicazione sul riconoscimento dell’incentivo.

Il credito d’imposta può essere inoltre utilizzato in compensazione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>