Bomba contro la casa del Pg di Reggio Calabria

di isayblog4 1

E' stato fatto esplodere un ordigno davanti alla casa del procuratore generale di Reggio Calabria.

E’ stato fatto esplodere un ordigno davanti alla casa del procuratore generale di Reggio Calabria, Salvatore Di Landro, la notte scorsa.

I danni provocati dall’esplosione sono i vetri rotti delle finestre, anche di abitazioni adiacenti a quella del Pg.

Quando è avvenuto il fatto, Di Landro era in casa con la famiglia, ma fortunatamente nessuno è rimasto ferito.

Si tratta purtroppo di un altra brutta notizia di cronaca, dovuta alla tensione che è venuta a crearsi negli ultimi mesi nei confronti di Di Landro, reo di aver svolto il suo lavoro di magistrato.

Sono giunti sul luogo dell’esplosione, carabinieri e Polizia di Stato, insieme al pm di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

Di Landro abita in una via pubblica, in una zona chiamata Parco Casoria, dunque i malintenzionati hanno avuto vita facile nel piazzare l’ordigno. Le prime ricostruzioni dicono che l’ordigno, collegato ad una miccia a lenta combustione, sarebbe stato confezionato con tritolo.

Il Procuratore generale ha parlato di tensione malevola e delittuosa crescente nei suoi confronti da parte della criminalità organizzata. Secondo Di Landro vogliono fargliela pagare perchè ha svolto in modo impeccabile il suo compito di magistrato.

Già il 3 gennaio scorso Di Landro era stato vittima di un altro attentato simile… E’ arrivata subito la solidarietà dei colleghi e dei rappresentanti dello Stato, con il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, che ha detto che sarà mantenuto alto il livello di guardia.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>