David di Michelangelo

di Alessandro Bombardieri Commenta

Oggi il David è esposto all'Accademia delle Belle Arti a Firenze...

Il David di Michelangelo è sicuramente l’opera più rappresentativa dell’autore e forse la più importante scultura italiana di tutti i tempi. Michelangelo Buonarroti lavorò alla scultura per ben oltre due anni, dal 1502 al 1504, partendo da un grosso blocco di marmo bianco grezzo, da cui poi è nato il David, una statua alta 5,16 metri.

Oggi il David è esposto all’Accademia delle Belle Arti a Firenze ma la sua storia è stata molto travagliata.

A commissionare il lavoro a Michelangelo fu l’Opera del Duomo di Firenze e a scultura terminata venne esposta in Piazza della Signoria, proprio di fronte a Palazzo Vecchio.

Ma nel 1873 una Commissione riunitasi appositamente decise che per l’enorme valore artistico dell’opera, essa doveva essere tenuta al sicuro dalle intemperie atmosferiche. Si decise quindi di spostare il David all’Accademia delle Belle Arti, dove è rimasta per tutto questo tempo.

Il David rappresenta la forza fisica di un ragazzo nel cuore della sua potenza, un corpo atletico al culmine della forza giovanile, dove come vediamo sono messi in risalto particolari quali le vene su mani e piedi, la torsione del collo, la muscolatura delle gambe ecc…

Fu la prima volta che nel Rinascimento un eroe biblico venne rappresentato completamente nudo.

Proprio pochi anni fa, nel 2004, fu eseguito l’ultimo lavoro di restauro sulla statua, in cui vennero eliminate delle macchie scure che si erano formate negli anni.

Alcuni esperti e artisti mondiali addirittura hanno nominato il David di Michelangelo come l’oggetto più bello mai creato dall’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>