Speck Alto Adige IGP

di isayblog4 Commenta

Risalgono addirittura ai primi anni del '300 le prime testimonianze dello Speck.

Lo Speck Alto Adige IGP è uno dei prodotti culinari forse più famosi in Italia, e questo è dovuto soprattutto al suo particolare sapore, ottenuto solamente sapendo usare al meglio tecniche acquisite negli anni dagli alto-atesini.

Risalgono addirittura ai primi anni del ‘300 le prime testimonianze dello Speck, quando veniva prodotto un salume molto simile, che prendeva il nome di bachen.

Solamente a partire dal XVIII si impose nel linguaggio il termine speck.

Lo speck deve molto al clima dell’Alto Adige, che consente lo svolgimento di una stagionatura lenta e graduale. Lo speck viene ricavato dal maiale, dalla coscia disossata, e viene affumicato a freddo e ben stagionato prima di finire sulle tavole di tutti i giorni.

Il suo sapore è pieno ed equilibrato, con delicatezza di aroma e dolcezza ed il suo sapore è particolare grazie anche all’uso di vari aromi quali pepe nero, bacche di ginepro, aglio, pimento, che vengono aggiunti dopo la salatura.

Può essere consumato come antipasto, o anche usato in primi piatti, in torte rustiche ed in secondi piatti a base di carne. Gli esperti, per esaltare il gusto degli aromi dello speck, ne consigliano un abbinamento con vini dal sapore pieno come può essere un Pinot nero.

Fate sempre molta attenzione al marchio di originalità dello speck, che potete vedere in questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>