Calcioscomesse il Napoli perde due punti e Cannavaro

di Gianni Puglisi Commenta

E' arrivata l'ufficialità dei due punti di penalizzazione per il Napoli in campionato, con la squalifica di sei mesi per Paolo Cannavaro.

 

Possono a questo punto sfumare i sogni scudetto del Napoli di Mazzari, la Disciplinare, nell’ambito del processo calcioscommesse, ha deciso di penalizzare la società partenopea in merito all’illecito commesso dall’ex portiere Gianello durante la partita Sampdoria-Napoli del maggio del 2010.

Calcioscomesse Napoli a rischio due punti ed ora la sentenza è arrivata ufficialmente senza alcun tipo di sorprese. Il Napoli si ritrova con due punti in meno in campionato, quota quindi 31, ed è stato scavalcato in classifica anche da Fiorentina e Lazio. Diventa ora ancor più complicata la lotta per il posto in Champions League, questa batosta è arrivata dopo la brutta sconfitta rimediata in casa domenica scorsa contro il Bologna.

Addio quindi ai vari titoloni con Napoli l’antiJuve, sembra più che chiaro come le possibilità di arrivare a lottare con i bianconeri siano ormai alquanto svanite. Dieci punti in meno rispetto al primo posto, ma i bianconeri sembrano avere la strada spianata verso il successo di questo campionato. La lotta Champions tra le varie squadre sta sicuramente avvantaggiando proprio la Juventus. Per la questione calcioscommesse il Napoli si ritrova con meno due punti e con la pesante squalifica di Paolo Cannavaro, il calciatore napoletano dovrà stare lontano dai campi per ben sei mesi.

La colpa del capitano azzurro è stata quella di non aver voluto denunciare il compagno di squadra Gianello quando cercò di alterare il risultato del match contro la Sampdoria. Stessa sorte capitata anche a Grava, altro testimone muto dell’intera vicenda. Il cammino verso la Champions League sembra alquanto più complicato per la squadra di Mazzarri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>