Gelato di polenta

di Gianni Puglisi Commenta

A Bergamo è stato inventato il gelato di polenta, un nuovo gusto per gli amanti di questo piatto tipico del Nord.

Arriva dalla provincia di Bergamo il gelato di polenta. Uno dei piatti più amati del nord Italia si è trasformato in un vero e proprio gelato. In questo periodo in cui il freddo sta facendo ancora capolino sulla nostra Penisola, il gealto di polenta sembra perfetto per garantire ristoro nelle giornate piovose.

A realizzare questo nuovo gusto è stato Ronald Tellini, un pasticciere e maestro del gelato che ha deciso un giorno di poter trasformare l’amata polenta in un “piatto prelibato” estivo. Proprietario del chiosco “Pan di zucchero” di Almé, piccolo paesino di Bergamo, il signor Tellini ha avuto la brillante idea di realizzare un bel gelato di polenta.

E’ uno dei piatti più amati dai bergamaschi che già stanno assaporando con grande gusto questa nuova invenzione culinaria, che potrebbe davvero spopolare. Siamo abituati a gusti più tradizionali per il gelato, ma il signor Tellini ha voluto sperimentare i vari ingredienti della polenta per poter stupire. Dobbiamo dire che il suo obiettivo sicuramente è stato c’entrato, molti fan della polenta si sono subito precipitati ad acquistare questo particolare gelato.

E’ poi lo stesso signor Tellini a voler svelare come ha realizzato questo gelato di polenta: “Portare latte, acqua e panna a 30 °C, aggiungere lo zucchero, cuocere a 85°C e poi togliere dal fuoco e frullare la polenta in precedenza cotta. Infine mantecare.”Non sembra sicuramente un procedimento complicato, ma non è stato ovviamente svelato il segreto di tale ricetta. Per chi volesse provare il gusto di questo gelato di polenta dovrà recarsi per il momento solo al Nord, difficile che arrivi anche nel Sud Italia, non si tratta insomma di un piatto molto amato nel Mediterraneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>