Parte il governo Letta

di Gianni Puglisi Commenta

Il governo Letta sta entrando in azione, il premier incaricato avrà un bel po' di lavoro da svolgere, ma c'è ottimismo tra i vari partiti politici.

 

Parte ufficialmente il governo Letta, con l’incaricato Premier che in queste ore è a colloquio con Giorgio Napolitano per definire il govenro che nascerà.

Il totoministri è già partito da tempo, ma c’è a quanto pare grande fiducia nella figura di Letta, è arrivato anche il via libera di Berlusconi convinto che questo possa essere un governo politico finalmente efficace e che possa quasi mettere d’accordo tutti.

E’ proprio l’ottimisto di Letta ad essere alquanto confortante, c’è la necessità di fare delle leggi e di risolvere alcuni punti alquanto delicati in cui sta vigendo l’Italia. Il tema del lavoro è quello più scottante, la disoccupazione è alle stelle, ma allo stesso modo c’è la volontà di garantire finalmente grande spazio ai giovani. Le consultazioni di Letta hanno convinto la maggior parte dei politici, ora si attende solo la conferma di questa nuova nascita del governo italiano, non bisogna insomma perdere altro tempo. Inoltre le parole di Silvio Berlusconi, convinto in un governo sicuro che possa finalmente partire, lasciano presagire ad una collaborazione importante da parte del Pdl.

Berlusconi non ha parlato di nodi da sciogliere, insomma al momento prevale l’ottimismo e la consapevolezza che Letta possa essere l’uomo giusto per poter creare qualcosa di importante. Il leader del Pdl crede quindi nel governo Letta, anche se dichiara che non potrà esserci un accordo al 100%, chiaramente su alcuni punti il Pdl sembra voler far prevalere i propri pensieri. Letta insomma ha messo un po’ tutti d’accordo, anche se continua incessante la totale anarchia del M5S, sempre pronto a fare battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>