Festini porno al Pd

di Lucia D Antuono Commenta

Un nuovo scandalo potrebbe scoppiare nella nostra politica, questa volta con protagonisti alcuni membri del Pd che avrebbero partecipato ad un festino porno.

Grande imbarazzo nel Pd per la partecipazione ad un presunto festino porno di alcuni membri del partito. C’è chi parla già di nuovo Bunga Bunga, sta di fatto che Bersani non ha ben accettato tale notizia che è apparsa quest’oggi su tutti i giornali.

Stando alla ricostruzione della serata, lo scorso 3 febbraio alcuni membri del partito Pd si erano recati a Napoli per sostenere una manifestazione contro la camorra. Dopo tale evento si è festeggiato in un noto locale del napoletano, un party al quale avrebbero partecipato il responsabile Giustizia del Pd Andrea Orlando, il segretario regionale Enzo Amendola, il capogruppo in Regione Giuseppe Russo e decine tra dirigenti di partito, consiglieri comunali e regionali, sindaci e assessori.

Un vero festino porno con la presenza di varie ragazze seminude che ballavano ai tavoli dei vari politici. L’atmosfera insomma è sembrata sin da subito molto calda e i membri del Pd non avrebbero disdegnato tale spettacolo. Secondo l’organizzatore di questo evento è normale vedere ragazze seminude in discoteca, l’uomo inoltre ha anche ribadito che si è trattato di un evento pubblicitario al quale non ha partecipato alcun membro del Pd.

Andrea Orlando ha però confermato la sua presenza dicendo che si trattava esclusivamente di un evento tv, non sponsorizzato però dal Pd. Orlando era presente a quella festa perché lo avevano invitato. E’ chiaro che un nuovo scandalo potrebbe travolgere la nostra politica che già ha avuto a che fare con festini porno, chiedere a Silvio Berlusconi. Situazione quindi alquanto imbarazzante per Bersani che deve sorbirsi una macchia di vergogna non indifferente all’interno del Pd.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>