Novità Imu

di isayblog4 Commenta

Nell’ultima circolare del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’economia, possiamo trovare le più recenti novità in tema Imu dopo le modifiche introdotte dal decreto che sblocca i pagamenti alle imprese da parte delle Pubbliche amministrazioni.

Prima novità: i soggetti devono presentare la dichiarazione entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta. Questo per evitare una frammentazione dell’obbligo dichiarativo derivante dal precedente termine mobile dei 90 giorni.

In caso di sanzioni, i soggetti possono ottenere:

– una riduzione della sanzione  ad un ottavo del minimo, se la regolarizzazione avviene entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno nel corso;

– riduzione della sanzione ad un decimo del minimo se questa viene presentata con ritardo non superiore a novanta giorni.

Inoltre, la prima rata è stabilita al 16 maggio di ciascun anno di imposta, mentre la seconda al 16 novembre e l’invio da parte dei comuni degli atti in questione deve avvenire entro il 9 novembre. Per il pagamento della prima rata, i soggetti calcolano l’imposta nella misura pari al 50 per cento di quella dovuta sulla base dell’aliquota e della detrazione dei dodici mesi dell’anno precedente. Per il versamento della seconda rata, se non risultano pubblicate nuove delibere alla data del 16 novembre, i contribuenti devono prendere in considerazione gli atti pubblicati entro il 16 maggio.

Il Comune deve poi accertarsi che la deliberazione relativa all’anno 2012 sia stata pubblicata sul sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>