Libertà di Stampa Italia al 42° Posto

di Gianni Puglisi 1

Secondo gli esperti di fama internazionale l'Italia è un paese parzialmente libero, viste le continue censure fatte da una parte politica su idee e ideologie diverse dalla loro..

Secondo gli esperti di fama internazionale l’Italia è un paese parzialmente libero, viste le continue censure fatte da una parte politica su idee e ideologie diverse dalla loro, questi sono i dati emersi oggi durante la giornata della libertà di stampa in cui si sottolinea che l’Italia è un paese dove le persone non possono dire di volere il rispetto delle leggi da parte di tutti gli immigrati che subito un coro zittisce continuando a ribadire che sono razzisti.

Questi casi si svilluppano,sempre secondo gli esperti, nei giornali con politiche di centro-sinistra che nei social network, dove determinate persone segnalano qualsiasi gruppo contrario alle propie idee( come questo sito che banna tutti coloro che non la pensano come loro).



Ecco i dati che emergono dall’analisi periodica delle associazioni per la libertà di stampa mondiale,che indicano al 42°posto il bel paese.
Secondo il rapporto 2010 ai primi posti per i paesi meno censurati ci sarebbero la Finlandia, l’Islanda, la Norvegia e la Svezia mentre gli Stati Uniti si classificano 24esimi e la Gran Bretagna 26esima.

I paesi che secondo l’associazione sono i meno liberi in fatto di stampa risultano ancora una volta i paesi a reggime Islamico che risultano quelli con il maggior numero di giornali di disinformazione, e

<con meno libertà di parola.

Infatti sui 175 paesi presi come campione, quelli con la minore liberta di stampa sono l’Eritrea 173esimo posto,Marocco 172esimo posto,Iran 175esimo posto e Cuba 170esimo posto.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>