Italia-programmi.net è stato oscurato

di Gianni Puglisi Commenta

E' stato finalmento oscurato il sito truffa itala-programmi.net.

Sembra esser finita l’odissea di vari italiani costretti in questi mesi a subire la truffa da parte del sito italia-programmi.net. Le truffe online sono all’ordine del giorno, ma questa di italia-programmi.net era diventata un vero incubo per migliaia di utenti. In poche parole questo sito permetteva a chiunque di scaricare gratis alcuni software, bastava insomma registrarsi e il gioco era fatto.

In realtà questo sito richiedeva un pagamento annuale ai vari utenti iscritti, cosa però mai comunicata dai diretti interessati. Insomma chi era iscritto ad italia-programmi.net non era a conoscenza di un pagamento annuale, anche perché digitando sul motore di ricerca Google download di software gratis, appariva tra i primi siti proprio italia-programmi.net.

A tutti gli iscritti però arrivavano costantemente delle mail minatorie affinché venisse saldato il debito, circa 96 euro l’anno. L’Antitrust però, dopo varie denunce, è riuscito ad imporre al sito di chiarire sulla propria homepage che in realtà gli iscritti dovessero pagare circa 8 euro al mese per 24 mesi. Una situazione però che il sito italia-programmi.net non ha rispettato e gli utenti ignari sono caduti ancora in questa trappola.

Finalmente però ora italia-programmi.net è stato oscurato, grazie a quanto pare all’intervento diretto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Anche quest’ultimo è stato una vittima di questo sito e alla fine si è riusciti ad oscurare italia-programmi.net. L’Antitrust ha garantito il rimborso a coloro che alla fine, viste le continue e-mail di minaccia provenienti dal sito, hanno deciso di pagare il saldo. Una truffa on line che è stata smascherata dopo mesi e mesi di ricerche e denunce varie, attenzione a quando navigate in internet, molte cose non sono come sembrano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>