Bottiglia molotov contro la casa della maestra di Pistoia

di Gianni Puglisi Commenta

Due persone a bordo di uno scooter in corsa hanno lanciato una bottiglia molotov contro il portone dell’abitazione della Scuderi, provocando un piccolo incendio..

Da due giorni Anna Laura Scuderi, una delle due maestre dell’asilo Cip e Ciop di Pistoia accusata di aver maltrattato alcuni bambini, sta scontando gli arresti domiciliari concessi dal gup in una villetta ad Altopascio, in provincia di Lucca.

La decisione del gup di concedere gli arresti domiciliari alle due maestre ha scatenato le proteste e l’indignazione delle famiglie di alcuni bambini vittime dei maltrattamenti e ha diviso l’opinione pubblica.



Ieri sera, infatti, intorno alle 22:30, due persone a bordo di uno scooter in corsa hanno lanciato una bottiglia molotov contro il portone dell’abitazione della Scuderi, provocando un piccolo incendio prontamente spento dai familiari e dai vicini della maestra.

La famiglia della Scuderi si è trasferita da alcuni mesi ad Altopascio da Agliano in Provincia di Pistoia, proprio per evitare eventuali minacce o ritorsioni, ma non è bastato.

I testimoni dicono di aver visto due persone rallentare con lo scooter davanti all’abitazione della maestra, lanciare la molotov, per poi accelerare in direzione dell’autostrada.

La paura è stata tanta anche per i vicini e una famiglia con bambini che vive al primo piano della villetta. Per fortuna non ci sono stati feriti, ma l’accaduto è senz’altro un atto gravissimo da condannare come sostenuto anche da alcuni genitori dei bambini coinvolti che hanno condannato il gesto.

Lorena Giacomazzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>