Ammortizzatori in deroga 2013

di isayblog4 Commenta

Gli ammortizzatori sociali sono un complesso di misure, introdotte a livello governativo, finalizzate al sostegno del reddito dei lavoratori che hanno appena perso il posto di lavoro.

E’ stato deciso che gli ammortizzatori sociali siano in deroga anche per il 2013, dopo la decisione finale del Ministro del lavoro Elsa Fornero. L’esecutivo accelera i tempi per varare i provvedimenti legislativi, e tra le modifiche troviamo l’allargamento dei beneficiari dei finanziamenti agevolati per il post terremoto.

Gli ammortizzatori sociali aiutano quei lavoratori che si ritrovano senza lavoro, e sono nel linguaggio quotidiano cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria, contratto di solidarietà, mobilità, e lavori socialmente utili. A questo si aggiungono  misure speciali, in favore di lavoratori che appartengono a settori non tutelati o che non possono più utilizzarle per vincoli legislativi. Gli ammortizzatori  in deroga permettono anche a quei lavoratori dipendenti da imprese escluse dalla normativa di accedere a questi sussidi.

I fondi attuali sono circa 200 milioni di euro, erogabili per un massimo di 2 mensilità, mentre irca 20 milioni di euro, saranno utilizzati per un incentivo all’assunzione dei lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo da imprese con meno di 15 dipendenti.

Ma secondo Rollandin,  presidente della regione Valle d’Asta, «le somme messe a disposizione dal sono esigue, dureranno per un trimestre e poi non ce ne sarà più per nessuno; il governo deve porre subito rimedio».

Le varie riforme negli ultimi anni hanno avuto il difetto di non prevedere un collegamento fra vari aspetti del sistema lavoro, come il sostegno del reddito, la formazione e riqualificazione del personale, incentivi delle assunzioni. Si è lavorato alla riforma degli ammortizzatori sociali per creare uno strumento universale e proteggere anche i lavoratori con meno esperienza, ma soprattutto i nuovi ammortizzatori sociali dovranno estendere le tutele in caso di cassa integrazione guadagni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>