Siria: manifestanti uccisi da forze di sicurezza

di Serena Marotta Commenta

Sarebbero almeno 60 i morti tra i manifestanti uccisi oggi in Siria dai colpi di arma da fuoco sparati dalle forze di sicurezza...

(Ansa)

Sarebbero almeno 60 i morti tra i manifestanti uccisi oggi in Siria dai colpi di arma da fuoco sparati dalle forze di sicurezza. Lo riferisce la Bbc che cita i dimostranti. Malath Aumran, attivista per i diritti umani in Siria, sulla sua pagina di Twitter parla di almeno 45 morti. “Abbiamo i nomi dei martiri. La loro morte é confermata”, scrive Aumran, citando testimoni oculari.

Migliaia di persone sono scese in piazza per protestare contro il regime di Bashar al Assad. La mobilitazione, una delle più importanti dall’inizio della contestazione del 15 marzo, ha preso il via sui social network in tutte le città siriane. I siti di monitoraggio Rassd e Now Syria, che trasmettono anche su Twitter, citando testimoni oculari, precisano che il corteo di dimostranti si è diretto verso la centrale piazza di Salah ad-Din (Saladino), mentre un gruppo di agenti in borghese delle forze di sicurezza ha fatto irruzione nella moschea Amina della città, picchiando i fedeli anche dentro la sala di preghiera.

E ancora: altri testimoni riferiscono di decine di manifestanti arrestati ad al Bab, sobborgo settentrionale di Aleppo.
Serena Marotta
(22 aprile 2011)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>